News

| Sondrio

Domani il convegno della Banca Popolare di Sondrio su “Sviluppo e sistema bancario” anche in diretta streaming

Domani venerdì 2 dicembre alle ore 9.30 si svolgerà il convegno “Sviluppo e sistema bancario” organizzato da Banca Popolare di Sondrio, in collaborazione con la società di consulenza di direzione aziendale Vitale Zane & Co., nella Sala Conferenze Fabio Besta in Piazza Garibaldi 16, a Sondrio.
Sarà possibile assistere all’incontro anche in diretta streaming al seguente link: nonsolobanca.popso.it/sviluppoesistemabancario.

Nell’ambito della sua tradizionale organizzazione di giornate di studio di alto profilo culturale su tematiche di rilievo nazionale, Banca Popolare di Sondrio intende nel corso di questo appuntamento fare il punto sul sistema bancario italiano nel quadro europeo. Si tratta di una riflessione dovuta, perché lo scenario economico è nuovo e complesso e necessita di mobilitare su più fronti la riflessione per far fronte alle nuove sfide. Si tratta di un’analisi tempestiva, perché interpreta la necessità di riavviare un pensiero critico sul sistema bancario e sui principi che lo guidano, dopo anni in cui una lettura astratta e pregiudiziale dello stesso sistema aveva reso difficile il contributo di pensiero su questi temi.

Il Convegno chiama a raccolta prestigiosi studiosi della cultura bancaria, finanziaria ed economica del nostro Paese, per collaborare ad aprire una nuova fase di pensiero. Ripartendo dai fondamentali, e quindi dalla storia e dal senso dell’attività bancaria e dalla sua funzione essenziale per lo sviluppo, l’incontro punta a valutare il presente del sistema bancario italiano nell’ambito del nuovo scenario economico nazionale e internazionale e a traguardarne il futuro.
È sulla base del legame profondo con le reali esigenze del tessuto produttivo che il sistema bancario dovrà confermarsi in grado di contribuire alla crescita delle imprese (di cui pure sentiremo la voce nel corso dell’incontro) e dei territori e di assolvere, in definitiva, alla missione che già Luigi Einaudi, in qualità di Governatore della Banca d’Italia, identificava per le banche con queste parole: “Le banche non sono fatte per pagare stipendi ai loro impiegati o per chiudere il loro bilancio con un saldo in utile, ma devono raggiungere questi giusti fini soltanto col servire nel miglior modo il pubblico”.

Interverranno al convegno (programma in allegato) i professori universitari di economia degli intermediari finanziari Andrea Calamanti e Rosa Cocozza, l’economista e docente universitario Marco Onado, l’AD dell’azienda agroalimentare “Kometa 99” Giacomo Pedranzini, l’ingegnere e analista finanziario Alfonso Scarano e Stefano Zamagni, professore di economia politica. Le riflessioni conclusive sono affidate al consigliere delegato e direttore generale della Banca Popolare di Sondrio, Mario Alberto Pedranzini.

“Ma una notizia un po' originale non ha bisogno di alcun giornale, come una freccia dall'arco scocca vola veloce di bocca in bocca”

Fabrizio De Andrè

(Bocca di Rosa, 1967)